I migliori 5 CMS per E-commerce

Tempo di lettura - 3 minuti

E se ti dicessimo che eMarketer ha previsto che nel 2023 le vendite al dettaglio da e-commerce raggiungeranno il 23% del totale delle vendite al dettaglio? È chiaro come lo shop online sia un terreno fertile, in cui ogni brand dovrebbe valutare se, come e quanto investire.

Uno strumento fondamentale per e-commerce di successo è il CMS. In questo post capiremo cos’è, quali sono le sue funzionalità e quali sono i migliori CMS da prendere in considerazione se stai sviluppando il tuo negozio online.

Cos’è un CMS

Un CMS, Content Management System, è un sistema di gestione dei contenuti. Nello specifico, si tratta di un software che consente di creare, modificare e pubblicare contenuti digitali sul sito web senza dover mettere mano ad alcun codice.

Inoltre, il CMS permette di personalizzare il design e l’aspetto grafico dell’e-commerce del negozio online. In che modo? In pochi passaggi puoi:

  • modificare la struttura dell’homepage
  • inserire nuove sezioni nell’e-commerce
  • cambiare e ottimizzare il layout grafico della pagina prodotto
  • aggiungere sezioni che permettono di sfruttare le leve della persuasione. Ad esempio, le recensioni che fanno leva sul meccanismo di riprova sociale
  • prevedere banner promozionali specifici dedicati a prodotti, linee di prodotti o promozioni.

 

Le 2 tipologie di CMS

Shopify, WooCommerce, Magento o Prestashop?

Vi sono due tipi di CMS, a seconda che il software sia open source o che se ne faccia carico un provider all’interno di un hosting.

1. CMS SaaS o in hosting

Il CMS Saas è un sistema di gestione dei contenuti che appartiene a un provider che offre il servizio dietro il pagamento di un canone. In questo caso il CMS si trova in un hosting, si basa su un cloud e non richiede un server separato. L’utente finale non dovrà occuparsi della gestione degli aggiornamenti né dell’archiviazione dei dati: si occupa di tutto il provider.

L’esempio più noto di CMS in hosting è Shopify, seguito da BigCommerce.

2. CMS Open Source

Mai sentito parlare di WooCommerce o Magento? Sono i più noti CMS Opens Source, il cui software – Open Source, appunto – può essere scaricato gratuitamente dagli utenti e può essere installato autonomamente in un hosting.

La peculiarità dei CMS Open Source è che affidano la completa gestione degli aggiornamenti di software, la scelta dell’hosting e la manutenzione del server al titolare dell’e-commerce. Sarà la singola persona ad avere il totale controllo delle funzionalità dello shop online.

I vantaggi di un sistema di gestione dei contenuti

Grazie a un sistema di gestione dei contenuti puoi:

  • gestire in autonomia, in modo facile e veloce i contenuti del tuo sito web
  • aggiornare regolarmente l’homepage del tuo e-commerce con promozioni ad hoc
  • aggiornare facilmente e in tempo reale le schede prodotto
  • introdurre un blog che ti consenta di lavorare sulla brand reputation e di consolidare sia la visibilità online sia la fiducia da parte delle persone
  • se i contenuti sono ottimizzati in ottica SEO, sostengono il tuo posizionamento organico su Google
  • costruire un canale di comunicazione preferenziale con i tuoi clienti e i potenziali clienti.

 

Le funzionalità che deve possedere un sistema di gestione dei contenuti

Quali caratteristiche deve avere un CMS per essere un buon CMS?

Deve:

  • essere SEO Friendly, ovvero deve facilitare l’ottimizzazione dei contenuti on-page e la SEO Tecnica. Questo è un aspetto fondamentale per il posizionamento organico del tuo e-commerce. Puoi approfondire l’argomento qui.
  • Facilitare la User Experience, ovvero la gestione e il miglioramento continuo dell’esperienza di navigazione offerta agli utenti. Questo vuol dire che il design deve essere flessibile e intuitivo, facile da ottimizzare e che i contenuti devono poter essere ottimizzati per il mobile.
  • Essere facile, intuitivo, facilmente personalizzabile e modificabile anche senza intervenire direttamente sul codice
  • Offrire la possibilità di integrare facilmente l’e-commerce con altri servizi. Pensa a PayPal, Klarna, ScalaPay ma anche a plugin che ti consentono di offrire servizi specifici agli utenti (pensa alla possibilità di inserire una chat in real time) e a integrazione grazie alle API.

 

I 5 migliori CMS suggeriti per e-commerce

Bene, chiarito tutto questo, arriviamo al punto forte. Quali sono i migliori CMS? Ecco una lista dei 5 sistemi di gestione di contenuti che dovresti valutare per il tuo e-commerce, sia in fase di avvio sia durante un cambio di CMS o una migrazione.

1. WordPress e WooCommerce

Il più noto provider di CMS Open Source è WordPress, apprezzato in tutto il mondo per la sua duttilità e la facilità di utilizzo. Per trasformare il tuo sito web in un negozio online richiede semplicemente l’installazione di un plugin, WooCommerce.

Perché WordPress piace così tanto?

  • È intuitivo
  • È immediato
  • Dispone di una grandissima quantità di temi, molti dei quali gratuiti
  • Permette di installare tantissimi plugin per personalizzare il tuo e-commerce.

Lo svantaggio? Se carichi WordPress di un numero eccessivo di plugin rischi di rallentare le prestazioni del tuo negozio online, sfavorendo l’esperienza di navigazione e quindi anche il posizionamento. Qui puoi leggere un interessante approfondimento sui nuovi fattori di posizionamento organico SEO.

2. Shopify

Dall’altro versante, quello dei CMS in hosting o SaaS troviamo Shopify, il più apprezzato e noto al mondo. I vantaggi di Shopify sono:

  • La facilità di utilizzo
  • I bassi costi di mantenimento
  • La scalabilità del piano di abbonamento
  • Il supporto gratuito e disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Lo svantaggio di Shopify? Il CMS utilizza provider esterni per i servizi di pagamento e, per questo, addebita commissioni sulle transazioni.

3. Prestashop

È un CMS Open Source, che vanta vantaggi e svantaggi.

Questi i pro di PrestaShop:

  • Offre la possibilità di personalizzare al meglio l’e-commerce grazie alla grande varietà di temi e anche di componenti aggiuntivi che offre
  • È di facile utilizzo, tanto che puoi realizzare uno shop online anche se non sei un programmatore.

 

E gli svantaggi di PrestaShop?

  • Le estensioni a pagamento non sono poi così poco costose, quindi devi prestare grande attenzione al costo complessivo del CMS
  • Non dispone di un servizio di assistenza, che – invece – è sempre un aspetto importante da valutare nella scelta.

 

4. Magento

Magento il CMS Open Source di proprietà di Adobe diffusissimo tra merchant di grandi dimensioni perché:

  • consente di costruire un negozio online dal design particolarmente affascinante
  • permette di organizzare in maniera avanzata il catalogo, l’evasione degli ordini e i pagamenti, anche in più negozi contemporaneamente
  • offre funzionalità avanzate e un gran numero di integrazioni diversificate.

 

Questi i contro di Magento:

  • è uno strumento complesso
  • è costoso.

 

5. BigCommerce

Tra i CMS in hosting (o SaaS) BigCommerce è molto apprezzato. Si tratta di un sistema di gestione dei contenuti potente e apprezzato per:

  • L’integrazione SEO avanzata
  • La flessibilità delle API.

 

BigCommerce è disponibile sottoscrivendo un abbonamento

 

Vuoi lanciare o rilanciare il tuo business online?

Hai bisogno di professionisti che ti supportino nella realizzazione di un efficace piano di sviluppo? Noi siamo qui.

Parlaci del tuo progetto

Hai trovato questo contenuto utile?
TAGS:
Condividi
Tags:

Scopri cosa abbiamo fatto per i nostri clienti:

L'autore

ti è piaciuto questo articolo?

Leggine un altro sullo stesso argomento

oppure scegline uno dello stesso autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cosa dicono i clienti che hanno usufruito dei nostri servizi

Hai bisogno di professionisti capaci di far crescere il tuo business online?

Entra in relazione con noi.

Oppure scarica e salva la scheda contatto di I'm Evolution